VERTICE NAZIONALE SULLA SICUREZZA SUL LAVORO ANNO 2022.

Martedì 18 Gennaio 2022 – ore 10:00 – 14:00 – Sala del Parlamentino del CNEL

Presiede
Dott.ssa Gabriella ANCORA – Presidente della CIU

Modera
David CONTI Commissione Asseverazioni SGSL dell’UNI Ente di Normazione Italiano

Introduce
Andrea LICARI – Comitato Tecnico Scientifico Enti Bilaterali

Relatore
Proc. Gen. Dott. Raffaele GUARINIELLO

Intervengono:

Gen. di Brigata Gerardo IORIO – Comandante “Comando Carabinieri per la Tutela del Lavoro”
On Luisa REGIMENTI – Europarlamentare – Commissione per l’ambiente la sanità pubblica e la sicurezza alimentare
On. Claudio DURIGON – Commissione Lavoro Camera dei Deputati
Concetto PARISI – Presidente Fondo CONOSCENZA
Dott. Nicola BELLOMO – Direttore Nazionale Commissione di Certificazione Unitaria
Dott.ssa Patrizia Doriana BARZELLOTTI – Segretario Nazionale FENAL Sanità
Dott. Pierluca NARRACCIO – CEO e Direttore Area Operativa Virtual Hospital DEDICARE

Sono invitati ad intervenire:
Dott. Bruno GIORDANO – Direttore dell’Agenzia unica per le ispezioni del lavoro
Generale di Divisione Paolo CARRA Comandante Carabinieri per la tutela della Salute (NAS)
Dott. Giovanni REZZA – Ministero della Salute – Direttore Generale “Direzione generale della previdenza sanitaria”
i Presidenti di Organismi Paritetici Nazionali Maggiormente Rappresentativi Comparativamente

In un primo incontro tra Governo e Parti Sociali si deciso di avviare un percorso importante sulla formazione per la prevenzione, coinvolgendo la Conferenza Stato Regione e le Regioni, ed è stato deciso di accelerare le assunzioni di 2.000 ispettori che devono verificare le condizioni sui posti di lavoro.
La necessità, più volte sollecitata, di lavorare in sinergia per costruire una strategia nazionale di contrasto agli incidenti sui luoghi di lavoro, alle malattie professionali e agli infortuni, questa lunga scia di sangue che porta ogni anno via quasi 1.600 persone. Non è accettabile. Ecco perché è necessario l’impegno di tutti per un forte intervento.
Importante quindi la disponibilità a lavorare da subito sull’incrocio delle banche dati per mettere insieme sinergie, competenze, esperienze finalizzate alla gestione di questo fenomeno. Nasce una banca dati nazionale che agevolerà il compito del governo e dell’ispettorato del lavoro, delle Regioni, di INAIL, delle Asl. Inoltre si rende necessario un impegno forte per concentrare risorse e investimenti sulla formazione e la prevenzione, per sostenere un’autentica cultura della sicurezza nei luoghi di lavoro.
Sarà di fondamentale importanza il metodo sul quale proseguire. C’è accordo a lavorare in questa direzione. Il tema va affrontato prima di ogni altro perché riguarda la vita e la sicurezza dei lavoratori e deve partire da una chiarezza di base cristallina su chi fa e che cosa può fare, tale chiarezza deve essere diffusa capillarmente tra coloro che sono deputati alle verifiche ed ai controlli, gli abusi devono essere fermati subito e i titolati ad operare è necessario che partecipino a favorire la corretta erogazione della formazione segnalando ogni anomalia.
Il tavolo tecnico vuole essere un punto di analisi e di consulto prima, di confronto poi e di proposta dei “tecnici” esperti della Sicurezza sul Lavoro in sinergia con gli Organi di Vigilanza e controllo e con gli Organismi che operano in tema di Salute e Sicurezza sul Lavoro al fine di redigere dei documenti o “atti del Vertice” quale importante materiale consuntivo a disposizione del Governo e delle Commissioni di settore, offrendo spunti per soluzioni applicabili in campo pratico in grado anche di integrare il corretto utilizzo delle nuove tecnologie a supporto degli Organi preposti alla vigilanza, verifica ed al controllo per il reale svolgimento integrale e in qualità della formazione ai lavoratori e a tutte le altre figure previste dal D.Lgs. 81/08 e s.m.i..

Alcuni temi delle relazioni:

  • La revisione e il potenziamento del sistema della formazione dei dipendenti e degli imprenditori;
  • La revisione e il potenziamento delle norme sanzionatorie da applicare a seguito delle ispezioni;
  • La razionalizzazione dell’assetto delle competenze in materia di ispezione;
  • Salute e sicurezza nei luoghi di lavoro direttive Europee e interventi di sostegno;
  • La costituzione di una banca dati unica delle sanzioni applicate;
  • La banca dati degli infortuni;
  • La Cultura della Sanzione… la cultura della premialità;
  • Le Asseverazioni dei sistemi di gestione SGSL e la loro reale adozione;
  • La corrispondenza della reale effettuazione della formazione e dell’implementazione dei sistemi;
  • La Formazione a Distanza (FAD) Sincrona o A-Sincrona;
  • L’utilizzo delle nuove tecnologie a supporto della supervisione e dei controlli della formazione in itinere;
  • La Commissione di Certificazione quale possibile strumento diretto per la certificazione della reale attuazione dei sistemi di gestione della sicurezza e salute sul lavoro e dei rapporti di lavoro;