Pubbliche Amministrazioni

La CIU è impegnata per una Pubblica Amministrazione orientata a migliorare la sua produttività, efficienza e qualità professionale nei servizi al cittadino, con conseguente riduzione del costo unitario dei servizi stessi.
Per altro verso va riaggiornata la sua funzione di promuovere l’internazionalizzazione del sistema Italia. Occorre fornire supporto, in particolare per le reti economiche locali e delle Piccole e Medie Imprese, nonché opportunità di espansione ed informazione che il mercato europeo, ormai saturo, non assicura più per il subentro della produzione manifatturiera asiatica e non più a basso costo.
È difficile per le piccole Imprese, che cercano di operare in terra straniera, sopportare costi più elevati di consulenze giuridiche, fiscali, bancarie, etc, per familiarizzare con nuovi regimi di diritto societario, fiscale, lavoristico, ect….
Pertanto a livello locale le Amministrazioni Pubbliche devono promuovere reti di operatori economici (distretti, consorzi etc.) con Istituzioni Pubbliche (Università, Scuole, Enti di Formazione etc.) coordinate da un “quadro pubblico” che diventa l’”accompagnatore professionale” delle iniziative.
Da questo cambiamento di cultura e di funzioni le elevate professionalità delle Pubbliche Amministrazioni, come i “Quadri” del Pubblico Impiego, ne ricaveranno un beneficio ed un più prestigioso ruolo nel “sistema Italia”.
La CIU si sta battendo da anni per ottenere il riconoscimento di uno  “status” che risalti la loro specificità, come è già avvenuto nel settore privato, mediante l’estione nel Pubblico Impiego della legge sui quadri ( 190/85) e delle prerogative che a queste figure competono.
…………….
Responsabile Nazionale CIU per i Quadri del Pubblico Impiego