Documenti

LA CIU PARTECIPA ALLA CERIMONIA INAUGURALE DELLA MANIFESTAZIONE “MOMENTO DIVINO” PRESSO IL COMUNE DI FORMELLO.

Sabato 11 novembre sarà inaugurata a Formello, Palazzo Chigi – Sala Orsini, la Mostra personale di Stefano Donato dal titolo Momento Divino, curata da Cornelia Bujin.

Interverranno all’inaugurazione il Sindaco di Formello Gian Filippo Santi e l’Assessore alla Cultura Federico Palla, il Responsabile del Dipartimento Cultura del CIU – Confederazione Italiana di Unione delle Professioni Intellettuali – Marco Ancora e l’Italianista Mimmo Politanò.

Seguirà la sfilata di moda Take off della stilista Gabriella Romeo.

Gli eventi rientrano nella importante manifestazione organizzata dal Comune di Formello e dalla Associazione Amici del Museo dell’Agro Veientano dal titolo “In Vino Veio: Storie della Vite e del Vino in Etruria Meridionale”.

Stefano Donato, messinese di nascita, romano di adozione, si forma negli studi d’arte afferendo, dopo l’Accademia, a collaborazioni in ambito scenografico per il cinema e il teatro. Queste esperienze si tradurranno poi nell’espressione pittorica di un racconto fatto di magia ed emozione per quell’attimo, che anticipa il buio notturno grazie all’uso sapiente della tecnica pittorica e al rigore della costruzione geometrica degli spazi. Colori e atmosfere siciliane e romane presenti in oltre trenta opere in mostra con un omaggio speciale a Formello. Olii su tela o cartone di architetture notturne e vedute di tetti di Roma e paesaggi naturalistici e marini dell’amata Sicilia in un unico fil rouge: i colori caldi e vibranti del tramonto che catturano l’occhio riportando alla memoria dei luoghi e dell’anima.

Dal 10 novembre al 14 novembre – Palazzo Chigi- Sala Orsini

Piazza San Lorenzo 3 – Formello (RM)

IL FUTURO DELLA “DATA ECONOMY” IN ITALIA.

CDTI e CIU la invitano alla Tavola Rotonda
IL FUTURO DELLA “DATA ECONOMY” IN ITALIA

28 novembre 2017 – ore 15,30

Il dibattito prenderà spunto dalla ricerca “TLC 2025. Il futuro delle Telecomunicazioni in Italia”, per focalizzare le tendenze di medio-lungo termine dell’economia dei dati nel nostro Paese. Verranno quindi presentate e discusse le linee evolutive in materia di concorrenza, di normativa e protezione della privacy, di impatto sui processi produttivi e sui modelli di business, di lavoro e professionalità per la data science, di valorizzazione dei dati ai fini di strategie d’impresa e di politiche pubbliche, di collaborazione pubblico-privato.

Scarica l’invito.

LA CIU PARTECIPA ALLA CONFERENZA AIEE SULL’ENERGIA.

La CIU, Confederazione Italiana di Unione delle Professioni Intellettuali (ex Unionquadri), ha partecipato con una delegazione guidata dal Suo Presidente, Ing. Tommaso di Fazio, all’evento organizzato dell’Associazione Italiana Economisti dell’Energia sul tema: “Current and Future Challenges to Energy Security”.

L’AIEE – International Association for Energy Economics, il cui Presidente è il Prof. Carlo Andrea Bollino, membro del Comitato Scientifico della CIU, è un Organismo indipendente, no-profit, che riunisce tutti coloro che studiano, dibattono e promuovono la conoscenza dell’energia a livello Internazionale.

Gli obbiettivi dell’AIEE sono quelli di organizzare incontri con studiosi e operatori interessati ai rapporti tra energia, economia ed ambiente, promuovere i contatti professionali  con gli economisti dell’energia di diversi Paesi, la promozione di attività formative nel settore economico – energetico, oltre quello di realizzare studi e pubblicazioni sull’energia.

Il Presidente Tommaso di Fazio ha partecipato alla tavola rotonda introduttiva del Convegno illustrando il lavoro e i pareri elaborati nel campo dell’energia, dell’economia e dell’ambiente dal Comitato Economico e Sociale Europeo – CESE di Bruxelles, di cui è membro ufficiale in rappresentanza della CIU.

All’incontro hanno partecipato numerose personalità del campo dell’energia, dell’economia, dell’ambiente provenienti da tutto il mondo.

LABORATORIO PERMANENTE SUL PARTENARIATO.

Il Presidente della CIU, Ing. Tommaso di Fazio, ha partecipato presso l’Agenzia per la Coesione Territoriale al secondo incontro in plenaria del Laboratorio Permanente sul Partenariato. Ha ringraziato per aver chiamato CIU a far parte del suddetto Laboratorio e ha offerto ogni possibile collaborazione delle professioni intellettuali per il migliore funzionamento del Laboratorio anche al di là della programmazione attuale.

L’incontro ha avuto lo scopo di descrivere e condividere un’ipotesi di percorso per arrivare entro fine anno all’approvazione del progetto del PON riferito all’Attuazione del Codice di condotta europeo per il partenariato di cui all’Azione 3.1.3.

Punti di discussione durante la riunione sono stati: definizione del progetto – mappatura del contesto sull’attuale funzionamento dei Partenariati – un lavoro di approfondimento sul Codice Europeo di Condotta sul Partenariato, lo sviluppo di una modalità innovativa di co-gestione partenariale di tutte le politiche di sviluppo cofinanziate dai fondi SIE (Fondi strutturali e di investimento europei), alle quali guarda il Codice di Condotta europeo sul partenariato.

Il laboratorio è stato progettato nella prospettiva di un suo funzionamento attivo lungo tutto l’arco di tempo del ciclo dei Fondi SIE 2014 – 2020 e guarda, nella sua progettazione e realizzazione concreta, al successivo ciclo 2020 – 2027.

MILANO – REGIONE LOMBARDIA – PIRELLONE: CONVEGNO CIU “QUADRI E ALTE PROFESSIONALITÀ TRA AUTONOMIA E SUBORDINAZIONE”.

La CIU, Confederazione Italiana di Unione delle Professioni Intellettuali (ex Unionquadri), in collaborazione con la Segreteria Regionale della Lombardia ha organizzato nella giornata di martedì 17 ottobre 2017, presso il “Pirellone”, un Forum Nazionale dal Tema:  “Quadri e alte professionalità tra autonomia e subordinazione ”.

Ha aperto e moderato i lavori il Dott. Marco Ancora, Responsabile Nazionale del Dipartimento CIU sulla Cultura, che ha presieduto il convegno nelle veci del Presidente Tommaso di Fazio, impegnato in una riunione straordinaria a Bruxelles.

L’Avv. Fabio Petracci, Presidente del Centro Studi “Corrado Rossitto”, ha illustrato la proposta di uno specifico contratto tipo a carattere nazionale per i Quadri e le Alte Professionalità e la tutela dei licenziamenti dopo il Jobs Act; esso tiene conto della evoluzione del lavoro nella società e delle mutate norme sul lavoro.

La dott.ssa Valentina Aprea, Assessore all’Istruzione, Formazione e Lavoro della Regione Lombardia, ha illustrato la notevole attività di finanziamento per la formazione continua e di alta qualità svolta dalla Regione Lombardia, e ha invitato la CIU a proporre dei progetti di interesse per i Quadri, le Professioni Intellettuali ed i Giovani.

Il Prof. Gaetano Veneto, Professore di diritto del Lavoro dell’Università degli Studi di Bari, l’Avv. Nicola De Marinis, Consigliere della Sezione Lavoro della Corte di Cassazione e l’Avv. Giuseppe Colucci, consulente legale della CIU e Presidente dell’ Associazione Labor Network, hanno approfondito i temi legati alla figura del quadro e delle professioni intellettuali subordinate o autonome, l’evoluzione della normativa nel contesto sociale ed economico attuale, con particolare riguardo alla introduzione delle nuove tecnologie di intelligenza artificiale. La Dott.ssa Francesca Ragusa di DELMOFORM Attività Formative, collaboratrice dell’Assessorato della Regione Lombardia ha approfondito il tema collegato della formazione specifica delle categorie trattate.

Durante il convegno sono stati individuati alcuni punti:

  1. Istituzione di un Osservatorio permanente sul lavoro, in collaborazione con la Regione Lombardia;
  2. Redazione di un Progetto di scuola sindacale CIU;
  3. Istituzione di un punto di ascolto mobbing, ma non solo, per i quadri e le professioni intellettuali.

All’incontro hanno partecipato numerose personalità locali, iscritti e simpatizzanti della CIU, liberi professionisti e professionisti intellettuali autonomi, i quali hanno espresso, con numerosi interventi, interesse e soddisfazione per i temi trattati.

Al termine del Convegno è stata inaugurata la nuova Sede Regionale della Confederazione CIU di Milano di Via Suzzani 18, ubicata presso la sede dell’Associazione ALI (Confederazione Associazioni Lavoratori Indipendenti) coordinata dal Responsabile Regionale ALI, iscritto CIU, Dr. Maurizio Cantori.

CONVEGNO A MILANO – PALAZZO PIRELLI “Quadri e alte professionalità tra autonomia e subordinazione. Un nuovo contratto tipo nel rapporto subordinato.”

Il prossimo 17 ottobre si svolgerà a Milano, nella sede del “Pirellone”, con inizio alle ore 10, il Convegno organizzato dalla CIU – Confederazione Italiana di Unione delle Professioni Intellettuali (ex Unionquadri) che è dedicato ai temi propri dei quadri aziendali e pubblici e alle alte professionalità.

Il Convegno si focalizzerà sulle tematiche e sulle problematiche proprie del settore, presentate attraverso relazioni accademiche e valutazioni tratte sia dal mondo del lavoro sia  dalla giurisprudenza in atto, presentando un nuovo contratto tipo, a carattere nazionale, per i quadri e le alte professionalità che, sotto tale inquadramento, si esprimono in forma subordinata. Contratto tipo a carattere nazionale che vuole tenere conto della evoluzione della società e delle norme sul lavoro, e costituire riferimento per la contrattazione di categoria nazionale e aziendale che  – al passo con i tempi – non potrà avvenire che su tavoli separati.

Il Convegno trarrà poi spunti e riflessioni dalle recenti modifiche normative nel campo del lavoro autonomo perché esse consentono sbocchi rinnovati, efficaci e promettenti alle professioni intellettuali soprattutto espresse dal mondo giovanile, ma non solo. E, anche, offrono opportunità meglio normate agli stessi quadri aziendali che, forti di una esperienza acquisita, vogliano competere in forma non più subordinata nel mondo del lavoro.

Il Convegno si pone l’obiettivo tipico di un “seminario” dal quale prendere, attraverso la ricchezza del dibattito che verrà stimolato, gli spunti che permettano di proporre al legislatore quelle modifiche normative che siano capaci di rendere la norma continuamente adeguata alle realtà. Al tempo stesso i temi e il dibattito del Convegno vorranno fornire alle categorie rappresentate la consapevolezza del ruolo e delle proprie responsabilità per il miglioramento economico e sociale della nazione.

Scarica l’invito.

RICORSO ALLA CORTE COSTITUZIONALE. ADEGUAMENTO DELLE PENSIONI.

La CIU, subito dopo la pubblicazione della sentenza n. 70 del 2015 con cui la Corte Costituzionale ha sancito l’incostituzionalità della norma che prevedeva, per gli anni 2012-2013, il blocco automatico della perequazione dei trattamenti pensionistici superiori da tre a sei volte il trattamento minimo INPS, si è attivata per la promozione di una prima fase amministrativa per la richiesta dell’adeguamento automatico e il rimborso degli arretrati, da presentare direttamente all’ente previdenziale.

Nell’ambito della suddetta attività di tutela dei propri iscritti pensionati, la CIU ha sostenuto e incoraggiato anche l’azione dell’Associazione Sindacale Nazionale Pensionati Dipendenti Inps (aderente alla CIU) che, unitamente all’Associazione dei pensionati dipendenti INAIL, associazioni entrambe che statutariamente tutelano i soli pensionati dei due enti, ha presentato un intervento ad adiuvandum presso la Corte costituzionale al fine di sostenere l’incostituzionalità della legge 109 del 2015, che ha sostanzialmente disatteso la sentenza n. 70 del 2015.

L’ASNPD Inps, insieme all’Associazione che rappresenta i pensionati ex dipendenti INAIL, è l’unica organizzazione sindacale, in quanto tale, costituitasi in un giudizio costituzionale.

L’udienza pubblica di discussione si terrà il prossimo 24 ottobre.

LA CIU PARTECIPA ALLA RIUNIONE STRAORDINARIA DEL TERZO GRUPPO DEL CESE A TALLIN.

Nell’ambito della Presidenza dell’Europa Estone, il III gruppo del CESE ha organizzato martedì 12 settembre 2017 una riunione straordinaria a Tallinn.

La conferenza “Soluzioni intelligenti per una società sostenibile e inclusiva”  è stata incentrata sulla promozione dell’e-government, dello sviluppo urbano, delle soluzioni elettroniche e sull’innovazione.

Nelle relazioni introduttive di particolare spessore la relazione di Mr. Arnold Ruutel storico Presidente della Repubblica Estone sin dalla ricostituzione della indipendenza dalla Unione Sovietica, e la relazione del Ministro della Cultura Indrek Saar.

La conferenza è stata divisa in due Workshop:

1.”Smart technologies servicing balanced social development”

Sviluppo di servizi di salute elettronica (e-health);

Tecnologie intelligenti per tutti;

Disabilità e aiuto elettronico;

Colmare il divario digitale per una Società che invecchia;

Il ruolo dell’economia sociale.

2.”Smart solutions for sustainable agriculture”

Innovazione e sostenibilità nel settore agricolo;

Prospettiva del CESE sull’agricoltura e l’innovazione sostenibili;

E-solutions per un’agricoltura intelligente.

Nello stesso ambito, il 13 settembre 2017, sempre a Tallin, è stata organizzata un’audizione pubblica sulla fiscalità dell’economia di condivisione dalla Sezione del CESE “Unione economica e monetaria e coesione economica e sociale” – ECO, per l’elaborazione di un parere esplorativo sul tema “Tassazione dell’economia di condivisione – analisi di possibili politiche fiscali che si trovano di fronte alla crescita dell’economia di condivisione”, richiesto dalla Presidenza Estone del Consiglio dell’Unione Europea.

Per scaricare il materiale: http://www.eesc.europa.eu/it/node/51963

RIUNIONE DEL COMITATO CON FUNZIONI DI SORVEGLIANZA E ACCOMPAGNAMENTO DELL’ATTUAZIONE DEI PROGRAMMI 2014 – 2020 “FONDI EUROPEI”.

Si è tenuta presso il Salone delle Fontane all’EUR il 20 luglio u.s. la riunione del Comitato di sorveglianza ed accompagnamento dell’attuazione dei Programmi 2014-2020. Ha partecipato il Presidente della CIU, Ing. Tommaso di Fazio, membro effettivo.

La riunione è stata presieduta dal Direttore Generale dell’Agenzia per la coesione Territoriale Maria Ludovica Agrò e dal Capo Dipartimento per le politiche di Coesione Vincenzo Donato. Sono stati diffusamente presentati e commentati tutti i programmi di spesa dei Fondi e i loro tempi di attuazione; essi sono consultabili accedendo al sito dell’Agenzia per la Coesione Territoriale.

Durante il dibattito è stato in particolare rilevato dalla Commissione il ritardo nell’attuazione dei programmi di spesa dei Fondi; pur se il Direttore Generale dell’Agenzia ha motivato il ritardo dovuto alle procedure europee per l’aggiudicazione delle lavori e dei servizi, ha anche rilevato che il 101% dei Fondi vengono comunque utilizzati entro il termine di scadenza.

L’ANCE – Associazione Nazionale Costruttori Edili e l’ANCI – Associazione Nazionale Comuni Italiani hanno rilevato che i ritardi accumulati conducono all’effettuazione della maggior parte della spesa nell’ultimo periodo, creando sia difficoltà organizzativa alle imprese sia ai Comuni per la maggiore spesa dovuta alla accelerazione finale dei lavori.

Nel corso dei lavori è stato ribadito  l’importanza del coinvolgimento della CIU e delle sue professionalità intellettuali per l’efficacia e l’attuazione degli obiettivi  anche al fine del rispetto dei tempi imposti dall’Unione Europea.