Comunicati Stampa

Pensioni perequazione automatica 2017.

Pensioni perequazione automatica 2017:
In base a quanto previsto dalla Legge di Stabilità, la misura della perequazione automatica sulle pensioni, parte da un massimo dello 0,3% che via via decresce man mano che aumenta l’imposto dell’assegno.
La rivalutazione ISTAT sulle pensioni spetta pari a:
100% per le pensioni con importo assegno pari o inferiore a 3 volte il trattamento minimo INPS.
95% per i trattamenti inferiore a 4 volte.
75% per assegni pensioni superiori a 4 volte la pensione minima INPS.
50% superiori a 5 ma inferiori a 6 volte la pensione minima.
45% per le pensioni 2017 che superano di 6 volte il trattamento minimo INPS:
Le nuove percentuali di perequazione pensione, non si applicano più per fasce di importo ma su indice decrescente sull’intero importo della pensione.
Per il biennio 2017-2018 per effetto della nuova Legge di Stabilità pensioni, il blocco della rivalutazione è ancora una volta, per gli assegni sopra 4 volte la minima, ovvero, per quelli che superano i 2000 euro lordi.
Nello specifico, per gli assegni pensione di 4 volte superiori la rivalutazione automatica sarà pari al 75% anzichè del 90%; quelle superiori a 5 volte saranno rivalutate del 50% anzichè del 75% e quelle da 6 volte il minimo del 45% invece che del 75%. Tale proroga blocco rivalutazione pensioni, è stata decisa dal Governo Renzi, al fine di trovare le opportune coperture al part time a 63 anni per i lavoratori prossimi al pensionamento, opzione donna, no-tax area pensionati 2017 e salvaguardia per gli esodati
ANCORA UNA VOLTA PAGANO I PENSIONATI!!!!

Il contributo di solidarietà sulle pensioni è un prelievo fiscale, previsto dalla precedente Legge di Stabilità, ovvero, una percentuale crescente da applicare sulle cd. pensioni d’oro. Gli importi percentuali del contributo di solidarietà sulle pensioni d’oro applicate quest’anno sono state:
Sulle pensioni che sono pari o superiori a 14 volte il trattamento minimo: il prelievo è del 6% sulla parte eccedente l’importo di 91.160,16 euro.
Per pensioni di importo superiore a 20 volte il trattamento minimo: il prelievo è pari al 12%, percentuale da applicare alla parte eccedente i 130.228,8 euro.
Per i trattamenti pensionistici pari a 30 volte il trattamento minimo INP: il contributo di solidarietà  2015 è pari al 18% da applicare sulla parte eccedere di 195.343,2 euro

Conguaglio negativo a gennaio 2017? Perché?
Come dicevamo nel paragrafo su cos’è e come funziona la perequazione automatica sulle pensioni, nel mese di gennaio avviene il conguaglio degli importi pagati a ottobre, novembre e dicembre ai pensionati. Tale conguaglio avviene sulla base dell’indice definitivo rilevato dall’ISTAT che solitamente è sempre positivo, che tradotto significa conguaglio a favore del pensionato e quindi restituzione di quanto realmente spettante nell’anno precedente,
Cosa succede se il conguaglio che di solito è positivo, è invece negativo? Se l’aumento attribuito in maniera provvisoria per i primi 9 mesi del 2016 non è uguale o superiore a quello rilevato in via definitiva dall’ISTAT, ovvero, se la differenza tra l’indice provvisorio e quello definitivo è negativo, i pensionati devono restituire quanto pagato in più nel mese di gennaio 2017, proprio come è accaduto l’anno scorso.

Gianfranco Staderini

LA CIU AL QUIRINALE.

Si è svolta ieri a Palazzo del Quirinale la Cerimonia degli Auguri di fine Anno con le più alte cariche dello Stato.
Per la CIU era presente il Presidente Nazionale Ing. Tommaso di FAZIO, che, oltre agli Auguri direttamente scambiati con il Presidente della Repubblica, ha incontrato il Presidente del Consiglio Gentiloni e gli altri Ministri dell’attuale Governo, oltre ad altre importanti Istituzioni dello Stato e della Società Civile.

Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne.

La Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne è una ricorrenza istituita dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite, tramite la risoluzione numero 54/134 del 17 dicembre 1999.

Scarica l’invito.

Trofeo delle Università UNIONQUADRI.

DOMENICA 20 NOVEMBRE 2016
CORRI al TIBURTINO
Trofeo delle Università UNIONQUADRI
PARTECIPANO gli STUDENTI UNIVERSITARI di ROMA
MENS SANA IN CORPORE SANO
Gara podistica su strada di km.10
Partenza via Mozart ore 9,30

Scarica l’invito.

COMITATO ECONOMICO E SOCIALE EUROPEO – BRUXELLES IL PRESIDENTE DI FAZIO INTERVIENE IN ASSEMBLEA PLENARIA SU RICERCA, SCIENZA E INNOVAZIONE ALLA PRESENZA DEL COMMISSARIO CARLOS MOEDAS.

Si è tenuta oggi a Bruxelles la riunione di ottobre dell’Assemblea Plenaria del Comitato Economico e Sociale Europeo. Ospite d’onore il Commissario per la Ricerca, la Scienza e l’Innovazione, il portoghese Carlos Moedas, che ha tracciato con grande visione le linee guida della Commissione Europea, elencando sia le iniziative di maggiore spicco e portata strategica, sia i finanziamenti ad esse dedicate.  In particolare il Commissario ha ricordato che oltre ai sussidi europei, pari a circa 70 miliardi di euro nel piano quinquennale 2015-2020, i Paesi membri debbono anche loro dedicare al settore, secondo la raccomandazione europea, il 3% del loro PIL, raccomandazione spesso disattesa dai “Paesi del Sud Europa”.
Durante il dibattito ha preso la parola il Presidente CIU Tommaso di Fazio, nella sua qualità di Consigliere del Comitato, e ha ricordato la propria rappresentanza delle professioni intellettuali italiane, con particolare riguardo al settore della ricerca, in tutti i campi, sia tecnologici sia umanistico-sociologici, dovunque espresse, dalle università alle aziende piccole, medie e grandi con la ricerca applicata e l’innovazione. Nello stimolare il Commissario Moedas a proseguire nella sua importante azione così convintamente esposta, ha auspicato che i finanziamenti rimangano sempre all’altezza delle sfide globali dell’Unione Europea, e ha chiesto che, oltre alla semplificazione delle procedure venga in particolare utilizzato un metodo moderno per l’allocamento delle risorse e la verifica dei risultati.
Il Commissario Moedas ha in modo particolare ringraziato il Consigliere Di Fazio per lo stimolo e ha colto l’occasione della importante domanda per approfondire le metodologie più adeguate adottate dalla Commissione oggi per la valutazione dei risultati della ricerca. Esse tengono conto non solo del numero delle pubblicazioni, come storicamente fatto, ma anche del contesto e dell’organizzazione dei centri di ricerca, con indici di efficacia più probanti.
L’intero dibattito, l’intervento specifico e i documenti sono scaricabili dal sito del CESE
http://www.eesc.europa.eu/?i=portal.en.events-and-activities-520-plenary-session

ROME ART WEEK.

Martedì 11 ottobre si è svolta presso la Sede Nazionale della CIU la Conferenza Stampa della Rome Art Week (RAW), la più importante manifestazione di arte contemporanea prevista per la città di Roma.
L’edizione zero di RAW è un’iniziativa artistica ed imprenditoriale a cadenza annuale, che introduce per la prima volta la settimana dell’Arte Contemporanea nella Capitale, evento che vede coinvolti oltre 400 operatori e che si svolgerà tra il 24 e il 29 ottobre 2016.
La manifestazione punta a dare un nuovo impulso alla promozione e produzione del mercato dell’arte contemporanea capitolina, al mondo dell’impresa e del lavoro autonomo, a creare una comune piattaforma culturale di intenti, rivalorizzando così l’importante patrimonio rappresentato dal territorio.
La Conferenza, presieduta da Massimiliano Padovan di Benedetto e Micaela Legnaioli, fondatori e organizzatori dell’art week romana, e moderata da Marco Ancora Responsabile del Dipartimento CIU della Cultura, è stata introdotta da Roberto Italiano, Segretario Nazionale Organizzativo della CIU, il quale ha presentato la Confederazione nei suoi molteplici aspetti e l’importanza di questa iniziativa. È intervenuto per i saluti finali il Presidente Nazionale della CIU Tommaso di Fazio, che ha presentato l’iniziativa svolta al CESE – Comitato Economico Sociale Europeo di Bruxelles sulla cultura.
Durante la conferenza, che ha visto la presenza di oltre 100 addetti ai lavori, sono intervenuti i critici che hanno preso parte all’iniziativa, fornendo le proprie esperienze, prospettive e visione sull’attuale situazione dell’arte contemporanea e della città di Roma.
Sul sito web romeartweek.com sono fornite tutte le informazioni necessarie all’iniziativa, mediante il Calendario degli Eventi.

CIU RENDE OMAGGIO AL PRESIDENTE CARLO AZEGLIO CIAMPI.

Nel giorno di lutto Nazionale per la sua scomparsa CIU rende omaggio al Presidente Carlo Azelio Ciampi che ha saputo donare all’Italia le sue capacità e la sua dedizione con uno spirito di servizio che ha caratterizzato tutti i numerosi e sempre più alti incarichi Istituzionali da lui ricoperti fino alla massima carica di Presidente della Repubblica, a lui affidata con unanime consenso in un difficile passaggio politico della Nazione. Spirito di servizio, onestà intellettuale, rigore, equilibrio, rimarranno d’esempio per tutti, come sarà ricordata la sua ferma volontà di far ritrovare gli italiani stretti attorno a simboli di appartenenza e di orgoglio, tutti riassunti dall’inno nazionale che da allora, con crescente convinzione, accompagna ogni nostra manifestazione di unitarietà sociale e culturale.
Il suo fermo credo nell’Europa e nei valori culturali, sociali ed economici dell’Unione delle Nazioni Europee non può essere dimenticato in un momento in cui tali valori sono dilaniati da una manifesta crisi che dovrà attingere anche dal suo esempio per superarsi.

RIUNITI A ROMA I DELEGATI CIU PRESENTI IN EUROPA.

Si è svolta martedì 12 luglio u.s. a Roma, presso la Sala riunione della Sede Centrale della CIU, l’incontro con le Delegazioni Estere CIU in Europa. Obiettivo dell’incontro è stato quello di tenere sempre vivi i rapporti con i professionisti italiani all’Estero, ad iniziare con le rappresentanze dell’Europa, per affrontare le sfide della globalizzazione e della competitività.
I lavori sono stati aperti dalla relazione del Presidente che, dopo aver ricordato le attività svolte dalla Confederazione in Italia e all’Estero, ha anche riportato una breve sintesi di quanto avviene a Bruxelles presso il Comitato Economico e Sociale Europeo, dove la CIU è membro. L’Ing. di Fazio ha poi sottolineato come sia importante la mobilità internazionale delle elevate professionalità, da CIU rappresentate, e come ogni permanenza all’Estero per lavoro deve essere valutata come una determinante opportunità per le professioni intellettuali.
La tavola rotonda è stata coordinata dal Responsabile del Dipartimento Esteri della CIU, Dott. Riccardo Ruta, il quale ha evidenziato quali sono le problematiche e le richieste dei professionisti italiani all’Estero, come ad esempio il problema dei ricongiungimenti pensionistici, il riconoscimento pieno dei titoli di studio, ecc… e di come gli iscritti alla Confederazione debbano essere tutelati al fine di poter meglio affrontare le problematiche legate alla loro permanenza al di fuori dello Stato Italiano.
Nel suo intervento l’Avv. Teresa Lancia, Responsabile CIU della Sede di Lisbona in Portogallo, ha toccato vari temi, illustrando lo speciale sistema fiscale  che nel paese è estremante favorevole per i pensionati, l’attuale  crescita dell’economia e la diminuzione della disoccupazione, la crisi che ha toccato il settore bancario e finanziario del Paese e di come l’uscita dall’Unione Europea del Regno Unito, partner storico commerciale del Portogallo, potrebbe avere effetti negativi, soprattutto nel settore del turismo.
Il Dott. Ciro Irlando, ex Dirigente del Commercio Estero Italiano, ha illustrato la situazione attuale delle provvidenze comunitarie a favore dei Paesi terzi (al di fuori dell’Europa), degli interventi finanziari dell’Unione Europea a dispetto dei Paesi Europei e di come l’Italia sia un mediocre utilizzatore dei Fondi erogati. A tal proposito si è aperto un dibattito con  numerosi interventi.
L’Avv. Maurizio di Ubaldo, Responsabile CIU della Sede di Madrid in Spagna, ha approfondito il tema dei professionisti italiani residenti all’Estero e delle problematiche che devono affrontare. Ha proposto di organizzare una tavola rotonda dei delegati CIU all’Estero a Madrid, per approfondire il tema dell’Unione Europea, delle politiche relative ai Paesi del Mediterraneo (Italia, Francia, Spagna, Portogallo e Grecia) e di come la permanenza di ogni singolo Stato, all’interno dell’Unione Europea, debba essere considerata come un fattore positivo di crescita e non come una debolezza.
Il Dott. Marco Ancora, Responsabile CIU del Dipartimento Cultura, ha presentato poi le iniziative svolte e che si svolgeranno, sul tema del patrimonio culturale di un Paese,  un ciclo di conferenze e incontri nei quali si è trattato di temi nazionali e internazionali con una formula che ha stimolato ad interagire, con vivo interesse il pubblico intervenuto. Il Dott. Ancora ha approfondito il tema dell’Europa sotto il profilo culturale e ha valorizzato come la cultura portata dai Romani sia alla base della cultura occidentale di oggi.
Hanno inoltre partecipato alla tavola rotonda i Dirigenti CIU Esteri: Dott. Giorgio Monaco Sorge – Responsabile CIU in Belgio, Dott.ssa Natallia Ihnatsiuk – Responsabile CIU in Bielorussia, Dott. Mauro Seppi – Responsabile CIU in Croazia, Dott. David Marchiotti – Responsabile CIU in Slovenia, per la Svezia, ad interim, Antonio Guarnera; per la Francia, ad interim, Claudio Di Palma; per la Presidenza CIU era presente anche il Presidente Onorario Dott.ssa Gabriella Ancora.
La tavola rotonda si è conclusa con la richiesta, da parte di tutti i presenti, di organizzare un iniziativa internazionale che abbia come tema le problematiche economiche, normative e regolamentari dei professionisti intellettuali italiani residenti all’Estero.