Confederazione Italiana di Unione
delle Professioni intellettuali
Chi è la CIU

 
La CIU  - Confederazione Italiana di Unione delle professioni intellettuali - è “l’esempio di aggregazione sociale” più avanzato in Italia.
Vediamo perché:
  • Da circa quarant’anni, quale erede socio-politico della Unionquadri, si è distinta per essere capace di anticipare sempre i cambiamenti economici, produttivi e sociali del mondo delle elevate professionalità.
  • Rappresenta gli interessi dei Quadri, Dirigenti, Professionisti, Ricercatori, Consulenti, Middle management ed elevate professionalità in generale svolte sia in forma subordinata, che autonoma, di microimpresa” o in forma societaria con le “Cooperative del Sapere.
  • È membro del Consiglio Nazionale dell’Economia e del Lavoro (CNEL) rientrando così tra le grandi Organizzazioni sindacali comparativamente più rappresentative che hanno pieno riconoscimento dallo Stato italiano.
  • È, altresì, membro a Bruxelles del Comitato Economico e Sociale Europeo (CESE) Organo consultivo obbligatorio dell'Unione europea che fornisce consulenza qualificata alle maggiori Istituzioni dell'UE (Commissione, Consiglio dei Ministri e Parlamento europeo).
L’obiettivo è quello di diffondere la cultura delle “sinergie professionali” ovvero l’azione combinata di differenti professionalità (la rete, la cooperazione) che potenzia il risultato rispetto a quello che individualmente si otterrebbe.
Non più emisferi separati, ma una complessiva “sinergia sociale” fra pubblico e privato, tra quadri, professionisti, ricercatori, operatori delle professionalità elevate, cooperative tra professionisti e microimprese, che dialogano, ma soprattutto si riconoscono nei predetti valori, anche se cittadini stranieri o cittadini italiani all’estero.
Le elevate professionalità si trovano oggi davanti ad una duplice sfida: esse costituiranno il motore logistico trainante delle aziende ed allo stesso tempo rappresentano la futura base dell’autoimprenditorialità (generatrice di ulteriore occupabilità) quale possibile scelta verso un passaggio trasversale durante la carriera professionale di ognuno. 
Consapevole di tali nuovi assetti, la CIU promuove e fonda la propria rappresentanza alimentando quella solidarietà orizzontale quale risposta all’individualismo professionale contemporaneo.
 

CIU: UNA DIVERSA RAPPRESENTANZA SOCIALE
RICONOSCIUTA, ATTIVA E ORGANIZZATA IN ITALIA, IN EUROPA E NEL MONDO.

La CIU è l'unica Confederazione italiana di Quadri ad avere, in Italia ed in Europa, propri rappresentanti in tutti gli organismi istituzionali, nazionali e comunitari in cui sono ammesse le forze sociali: è membro del Consiglio Nazionale dell'Economia e del Lavoro (CNEL), dei Consigli di indirizzo e vigilanza (CIV) degli Enti previdenziali e di altre importanti Istituzioni nazionali e locali quali i Consigli Regionali dell'Economia e del Lavoro (CREL) e così via.
La CIU opera con proprie Delegazioni nei Paesi esteri ove è possibile un’aggregazione di nostri concittadini, operatori della fascia professionale medio-alta, per una rappresentanza degli interessi delle professionalità intellettuali. L’obiettivo in primo luogo è quello di superare difficoltà di integrazione delle strutture professionali di matrice italiana nelle realtà economiche e produttive del Paese ospitante.
In secondo luogo, iniziativa del tutto nuova, la CIU sta creando una rete dei professionisti italiani all’Estero, quasi tutti lascati isolati nei Paesi ospitanti.
 

SOGGETTO SINDACALE E PARTE SOCIALE

La CIU negozia e sottoscrive, con confederazioni di datori di lavoro del settore delle aziende e con la Pubblica Amministrazione, numerosi ed importanti Contratti Collettivi di Lavoro, nazionali, aziendali o decentrati.
Partecipa alle trattative con il Governo sui tutti i temi sociali ed economici dove sono convocate le “parti sociali”. In parlamento è impegnata, in particolare, per l’approvazione di vari disegni di legge specifici per le categorie che rappresenta.



  
Cerca
CIU Web TV
Vai all'archivio